“Chiamami Mario”, un progetto per scoprire e riconoscere il valore dei videogiochi
Il percorso formativo gratuito per docenti e studenti che si pone come obiettivo fornire gli strumenti per riconoscere l’enorme valore del mondo del gaming e dei media digitali
Redazione | 15 January 2024

Il mondo si sta muovendo in fretta verso la digitalizzazione dando il via a una vera e propria rivoluzione digitale. Lo vediamo soprattutto con nascita dei nuovi media dedicati alla comunicazione, allo svago e al divertimento, come Instagram, TikTok, YouTube e molti altri: una realtà ricca di potenziale ma anche di possibili effetti collaterali. Proprio per questo motivo e per poterne riconoscere i valori in modo consapevole, bisogna conoscerla e sapere cosa si nasconde dietro alle quinte dei nuovi media digitali: è con questo obiettivo che nasce "Chiamami Mario".

"Chiamami Mario", cos'è e di cosa tratta

Chiamami Mario è il percorso formativo gratuito nato dal lavoro di Federica Donati e Carolina Tardito Baudin all'interno del progetto Opening Future. Il progetto nasce dal bisogno di "allineare l'insegnamento ai linguaggi sempre più pervasivi dei nuovi media" ed è rivolto a docenti e studenti. L'obiettivo è quello di avvicinare gli adulti al mondo del gaming  e sviluppare consapevolezza sui videogame come strumento di insegnamento e comunicazione ai ragazzi.

Lo sviluppo del progetto 

Il progetto si articola in 16 video, 8 videolezioni su argomenti che spaziano dalla storia dei videogame al loro significato, passando per tematiche come la diversità e il bullismo.

Ad ogni modulo sono accostate delle esercitazioni per mettere in pratica il contenuto delle videolezioni interattivamente, ma soprattutto per coinvolgere gli studenti in attività, come la creazione di una campagna anti-bullismo, che stimolino la loro sensibilità su tematiche sociali sentite.

Il progetto, rivolto a educatori di scuole medie e superiori, è gratuito e per iscriversi basterà rivolgersi a chiamamimario@switchup.it