Pornografia, cosa ne pensano gli adolescenti
Abbiamo sondato il terreno: cosa ne pensano i ragazzi dei video hard?
Filippo Battisti | 3 October 2023

Pornografia sì, pornografia no? Abbiamo raccolto alcune opinioni per sondare il terreno e farci un’idea sulla percezione che le diverse generazioni hanno dei video hard.

Porno sì, ma con consapevolezza

Tra noi adolescenti l’opinione è piuttosto neutra: “Secondo me la pornografia non è del tutto dannosa – ci racconta Filippo - bisogna solo utilizzarla con la consapevolezza che le scene spinte (sempre che non superino certi limiti) vengono sfruttate per stimolare le voglie più nascoste ed intime degli utenti ma non che devono essere replicate”. Per Flavio “Nella maggior parte dei casi l’impatto della pornografia diventa pericoloso solamente se è causato da una vera e propria ossessione dai materiali pornografici. Il modo migliore per risolvere questo problema è prevenirla a scuola e fare in modo che ci si approcci con consapevolezza”. “Penso che il porno in sé sia una cosa in parte utile – è l’opinione di Manolo - però si deve fare attenzione a non abusarne e a non fomentare fenomeni pericolosi come il revenge porn. È comunque fondamentale affiancarlo a una buona educazione sessuale per far conoscere a noi ragazzi le precauzioni necessarie in caso di un rapporto occasionale, stimolando quindi una maggiore consapevolezza dei rischi”.

Porno no

Non manca però chi ha una visione negativa dei video hard. Per Federica “Il porno trasmette un’idea del sesso che non corrisponde alla realtà e spesso sfocia in pratiche che, se calate nella vita reale, sono delle vere e proprie violenze. Rischia anche di generare false aspettative e quindi insicurezze”. Anche secondo Raul “Il porno ha un forte impatto su noi giovani e ne peggiora di molto la visione generale. Non mostra mai protezioni e prevenzioni e, quando diventa una dipendenza, può creare problemi legati sia alla salute propria che all’incolumità di altri”.

Cosa ne pensano gli adulti

Abbiamo sondato il terreno anche tra gli adulti. Secondo Laura, 50 anni “La pornografia ha un impatto negativo sui ragazzi. Il porno distorce la realtà, facendo credere alle persone che certe azioni siano accettabili, soprattutto se fatte in gruppo”. “La pornografia online non ha sicuramente inf luenzato i giovani a commettere atti violenti – è l’opinione di Giuseppe, 70 anni - Gli stupri, ad esempio esistevano anche prima dell’avvento di Internet, con la differenza che spesso le violenze ora finiscono in rete”.