Videogame, Microsoft fa l'acquisto del secolo
L'azienda ha acquistato Activision Blizzard per 70 miliardi di dollari. La tanto temuta esclusività di Sony potrebbe diventare realtà e molti utenti potrebbero abbandonare definitivamente molti famosi titoli
Davide Bellotti | 25 January 2022

La Microsoft, nota azienda miliardaria del miliardario imprenditore Bill Gates, ha acquisito per la "modica" cifra di 70 miliardi di dollari la casa di produzione di videogiochi Activision Blizzard, conosciuta per essere una delle aziende più famose nella creazione di giochi sparatutto, come il più giocato Call of Duty.

L’acquisto è stato molto acclamato dagli utenti della console XBOX, proprietà di Microsoft, coscienti del fatto che questo colpo potrebbe portare a loro dei grandi vantaggi, come ad esempio la discussa esclusività dei titoli prodotti, tanto temuta da parte della console rivale PlayStation, proprietà di Sony. Tutto questo però, presumibilmente, non accadrà, poiché il CEO di Activision, Bobby Kotick ha recentemente affermato che non ci sarà, almeno per ora, un’esclusività sui titoli prodotti dall’azienda appena acquisita, andando così a risanare il panico tra gli utenti di Sony.

Dunque, perché allora Microsoft ha acquistato per una cifra così assurda Activision? La risposta è molto semplice, oltre che a produrre una vasta gamma di videogiochi famosi in tutto il mondo, l’azienda statunitense vanta brevetti e attività di sviluppo, utili per il tanto discusso “Metaverso”, dediti alla produzione di attività del mondo virtuale, creato dall’azienda Meta, proprietà dell’imprenditore Mark Zuckerberg.