Educazione alimentare a scuola, perché?
Non solo: bisognerebbe cambiare anche l'offerta delle macchinette alimentari per rivoluzionare il modo di mangiare degli adolescenti
Giulia Turchet | 2 May 2022

Le merende variano da scuola a scuola, infatti basta vedere la differenza tra le scuole elementari dove sono possiamo trovare merende sane come frutta, yogurt, pane e le scuole superiori dove i ragazzi usano molto frequentemente le macchinette con snack non salutari per la salute. Basta camminare negli atri durante la ricreazione e vedere sacchetti di patatine, dolci, bibite gasate che assunti senza controllo possono portare disturbi alimentari.

Per affrontare questo divario bisognerebbe inserire delle lezioni di educazione alimentare per affrontare i disturbi alimentari e dare consigli alle famiglie, ma anche introdurre snack e bevande sane nelle macchinette come smoothies senza zuccheri, cracker integrali, barrette di cereali e molto altro e incitare i ragazzi a portare le merende da casa perché rispetto agli snack delle macchinette sono salutari.

Tutto questo per evitare il consumo eccessivo di grassi, oli vegetali e zuccheri, ma anche per affrontare il sovrappeso e i disturbi alimentari molto frequenti nei ragazzi che non vengono compresi e aiutati e intrudere merende sane e fatte in casa. Spesso è molto importante capire anche da cosa è dovuto il disturbo perché se non si capisce la causa non si può risolvere un problema grave che incide sulla nostra salute.