Maturità 2022, tutte le novità
L'esame di maturità sarà diverso rispetto a quello degli anni precedenti e sancirà il ritorno delle due prove scritte. Ma non è questa l'unica novità
Giulia Metalli | 15 March 2022

A poco meno di cento giorni dall'esame di maturità, che avrà inizio il 22 giugno, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi conferma il ritorno delle due prove scritte nonostante le proteste degli studenti. L'esame di maturità 2022 sarà dunque diverso rispetto a quello degli anni precedenti e sancirà il ritorno a una forma più simile a quella pre-Covid. L'ammissione all'esame è come sempre valutata dal consiglio di classe, ma quest'anno le prove Invalsi e i PCTO non saranno requisiti di accesso. La commissione sarà composta di un presidente esterno e sei docenti interni, tra cui obbligatoriamente docenti di Italiano e della materia che costituisce la seconda prova. 

Le prove scritte

La prima prova sarà come sempre il tema di italiano. Agli studenti saranno proposte sette tracce tra cui scegliere, divise in tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su temi di attualità. La prova dovrà essere svolta in un massimo di sei ore. Il giorno scussivo sarà la volta della seconda prova scritta che si differenzierà per ciascun indirizzo e avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle che caratterizzano il percorso di studi. Troviamo ad esempio latino per il liceo classico, matematica per lo scientifico, sicenze umane per il liceo delle scienze umane o ancora economia aziendale per gli istituti tecnici di finanza e marketing AFM e trasformazione dei prodotto per l'istituto agrario. La preparazione della seconda prova sarà affidata ai singoli Istituti, in modo da tenere conto di quanto effettivamente svolto, anche in considerazione dell’emergenza sanitaria. Entro il prossimo 22 giugno i docenti che insegnano la disciplina oggetto del secondo scritto dovranno elaborare tre proposte di tracce sulla base delle informazioni contenute nei documenti predisposti dai Consigli di classe.Tra queste proposte sarà sorteggiata, il giorno della prova, la traccia che sarà svolta da tutte le classi coinvolte. Infine, ci sarà la prova orale. Il colloquio partirà con l’analisi di un testo, un documento o un problema scelto dalla commissione. Agli studenti saranno fatte anche domande in merito all’educazione civica e attraverso una breve relazione o un lavoro multimediale, lo studente presenterà anche le esperienze fatte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali. 

I nuovi punteggi

Apparentemente sembrebbe dunque che a nulla siano servite le proteste che per settimane hanno visto impegnati gli studenti, che non solo chiedevano di eliminare il secondo scritto, ma domandavano fosse tenuto conto della precedente situazione pandemica e del disagio prodotto dalla didattica a distanza. Non tutte le richieste sono rimaste in ascoltate. C' è un'altra novità nella maturità 2022: il Ministro ha colto l'appello dei giovani delle Consulte studentesche, equilibrando il punteggio tra credito scolastico ed esame. La valutazione finale resta in centesimi: al credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 50 punti; gli altri cinquanta, al posto dei 60 dello scorso anno, saranno per le prove d’esame. Alla prova di Italiano saranno attribuiti fino a 15 punti, mentre cala dasticamente il peso della seconda prova che potrà valere fino a 10 punti. Il colloquio, infine, avrà una valenza fino a 25 punti.  Per il colloquio, è prevista inoltre la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.