Minecraft a scuola per studiare Dante
I videogiochi entrano in classe e insegnano... letteratura!
Elisa Magni | 1 March 2022

Usare Minecraft a scuola per imparare veramente giocando. Minecraft è un videogioco creato nel 2009 dal programmatore svedese Markus Persson, ed è il videogioco più venduto in questo decennio. I giocatori possono costruire strutture in blocchi, fabbricare oggetti, esplorare questo mondo in 3D, combattere contro entità all’interno del gioco o altri giocatori. Esistono due modalità di gioco: la modalità Sopravvivenza dove i giocatori devono sopravvivere all’interno del proprio mondo sconfiggendo il boss finale che è l’Ender Dragon. Oppure la modalità Creativa, in cui si liberi di creare un altro mondo, costruire strutture di ogni genere e si è immune a qualsiasi danno.

Minecraft non presenta un obbiettivo finale che indica la fine del gioco. Dopo aver ucciso il boss finale, si può continuare a giocare. Lo scopo del videogioco infatti, è di far sviluppare la fantasia, per costruire qualcosa che solo nella tua mente è immaginabile. Esistono diverse versioni di Minecraft, per esempio Minecraft Edu che è stato pensato per essere usato nelle scuole per favorire l’apprendimento, aiutando gli studenti a imparare giocando. La peculiarità di Minecraft consiste nel poter costruire, utilizzando un numero illimitato di materiali sotto forma di blocchi, delle strutture, dei villaggi, o delle città. Questa caratteristica è stata sfruttata dalle scuole per insegnare agli studenti il viaggio di Dante Alighieri all’interno dell’Inferno, Purgatorio e Paradiso. Numerosi sono i gironi che Dante percorre, così come sono numerosi i personaggi che incontra durante il suo viaggio. Molti studenti fanno fatica ad immaginare il mondo di Dante, e in particolare a ricordarsi la sua struttura così complessa. Ma utilizzando questo videogioco, virtualmente si intraprende il suo stesso percorso, diventando come Dante con al fianco Virgilio, sempre pronto a dare una spiegazione alle sue innumerevoli domande. Nel videogioco Virgilio è il gioco in sé. Infatti, spiega qualsiasi cosa o personaggio che si incontri. Vivendo il viaggio in prima persona, risulterà allo stesso tempo più facile da capire ma soprattutto più divertente da imparare.