Words of Europe, costruiamo la nostra Unione Europea
Al via il progetto di Arci Solidarietà che accompagna i giovani alle prossime elezioni europee
Redazione | 17 January 2023

Al via il progetto wordsofeurope.eu, che ci vede coinvolti insieme ad altri partner europei con l'obiettivo di avvicinare le nuove generazioni, specialmente coloro che voteranno per il rinnovo del Parlamento Europeo nel 2024, all'Unione Europea abbattendo i falsi miti presenti. Ne parliamo con Diletta Alese di Arci Solidarietà, ente capofila del progetto.

Partiamo da voi. Chi è Arci Solidarietà?

Arci Solidarietà nasce nel '95. È un circolo Arci che sviluppa le sue attività nell'ambito dell'inclusione sociale. Parte da Roma nell'ambito della scolarizzazione delle comunità Rom e si allarga a livello europeo laddove le vulnerabilità e le fragilità sociali sono più evidenti. L'obiettivo è quello di trasformare le difficoltà in opportunità per ricostruire un contesto sociale migliore.

Cos'è Words of Europe?

Il progetto nasce dalla volontà di rafforzare la partecipazione alle discussioni dell'UE e di ricreare un senso di appartenenza seguendo sogni e idee di cittadini e cittadine, mettendo insieme realtà sociali, politiche ma anche artistiche e culturali per restituire nuove modalità di partecipazione e riconnettere mondi distanti e spazi di partecipazione e rivendicazione. Vogliamo che la voce di chi andrà a votare la prima volta o di chi è solitamente eslcuso dal dibattito politico trovi degli spazi di inclusione. L'obiettivo di WE è anche quello di riconnettere idee e volontà di partecipazione in vista dell'appuntamento elettorale visto come elemento fondativo e per ridarci una direzione. Sono previsti eventi di approfondimento, analisi ma anche condivisione e rivendicazione in tutta Europa.

Quali sono i prossimi appuntamenti?

Il 25 gennaio invitiamo tutti e tutte al prossimo evento su Roma nella sede di Arci Solidarietà, dove stiamo organizzando un evento informale di partecipazione per far emergere le nostre "words of Europe". I giovani e le giovani hanno dimostrato che esiste una società nuova e possibile a livello globale. Lo hanno dimostrato sul tema del cambiamento climatico quindi l'invito è quello di farsi sentire.