Novavax, il nuovo vaccino sbarcato in Italia: cosa dobbiamo sapere
Novavax, Il nuovo vaccino contro il Covid19, arrivato in Italia nel mese di Marzo, ha partenza lenta nella somministrazioni
Edvin Ajdini | 1 April 2022

Novavax, Il nuovo vaccino contro il Covid19, arrivato in Italia nel mese di Marzo, sembra avere una partenza lenta nella somministrazioni, secondo quanto riportato dal Lab24, nelle primissime settimane dal suo lancio è stato consumato solo l’1% delle scorte disponibili con una media di 1.333 iniezioni quotidiane.

Nonostante l’obbligo vaccinale per gli over 50 e la richiesta di Green Pass rafforzato per poter accedere a lavoro, ci sono ancora 1,248 milioni di persone di età maggiore ai 50 anni  non immunizzati contro il Covid.  Il nuovo vaccino Novavax, che prevede la doppia somministrazione a distanza di ventuno giorni dalla prima, risulta avere una maggiore efficacia sugli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni, ed è stato testato in studi clinici effettuati negli Stati Uniti su più di 2.200 adolescenti.

Gli effetti collaterali riscontrati sono stati: dolore al sito di iniezione, mal di testa e affaticamento, dunque effetti collaterali di una normale  vaccinazione con pochi casi lievi e negli adolescenti. La risposta immunitaria del nuovo vaccino dopo la prima vaccinazione è in grado di neutralizzare la variante omicron, anche se con efficacia minore, ha anche un'efficacia contro le evoluzioni più gravi della malattia.

Una terza dose e l’estensione d’uso anche sotto i 18 anni d’età, su cui ha, come abbiamo visto grande efficacia, è quello che aspetta il nuovo vaccino. Ema, l' agenzia europea del farmaco si appresta ad approfondire il potenziale allargamento nell’impiego del vaccino di Novavax, il primo proteico autorizzato in Europa, per supportare eventualmente queste indicazioni.