Cosa sono i sogni?
È possibile capire perché si sogna qualcosa?
Arianna Del Negro | 9 June 2021

Che cosa sono i sogni? Perché sogniamo? C’è qualcuno che non sogna? Da dove vengono i sogni? Qual è il significato dei sogni? Queste sono alcune delle domande che ognuno di noi si è posto durante la sua vita. Ma proviamo a trovare una risposta.

Per molti di noi il sogno rappresenta un’incognita che sappiamo contenere immagini, pensieri, emozioni, create e vissute durante il sonno. In passato si pensava che si potesse sognare solo nella fase REM del sonno, un momento in cui il controllo del nostro corpo viene abbandonato, attraversando uno stato di paralisi muscolare, mentre il nostro cervello rimane attivo. Studi recenti hanno dimostrato che è possibile sognare anche nella fase non-REM, quando il sonno si fa sempre più profondo. Tuttavia, i sogni più facilmente ricordabili sono quelli sognati durante la fase REM.

Desideri inconsci

Sogniamo tutti, e tutti conosciamo le mille sfaccettature del sogno. Il sogno può essere nitido o meno, chiaro o confuso. Può rappresentare un momento bello o uno spaventoso. Può lasciarci l’amaro in bocca al risveglio o un senso di pace. Ma perché sognamo? Un'unica domanda accompagnata da molte risposte, poiché le teorie proposte negli anni sono tante e in nessuna è stato trovato un pieno accordo. In ambito psicoanalitico il cardine inamovibile intorno al quale ruota l’interpretazione del mondo onirico è L’interpretazione dei sogni di Sigmund Freud. Secondo la teoria dei sogni freudiana, essi altro non sono che una rappresentazione dei propri desideri inconsci.

Questione di simboli

Si tratta quindi di simboli come persone, animali o oggetti, rappresentanti un messaggio inviatoci dal nostro inconscio. Nella prospettiva psicoanalitica, gli elementi che compaiono nei nostri sogni non sono realmente ciò che appaiono: rappresentano e simbolizzano invece altre persone, luoghi o tempi. Secondo quanto detto possiamo concludere che, affinché si possa ben interpretare un sogno, è necessario che il sognatore fornisca allo psicoanalista le informazioni chiave per decifrare i simboli e riuscire a “leggere” correttamente il suo contenuto.