Streaming, è boom di abbonamenti causa lockdown
Il terzo trimestre del 2020 si è concluso con 769,8 milioni di abbonati nelle piattaforme streaming in tutto  il mondo, con più 28,3% rispetto al 2019 in cui erano 552,1 milioni
Carolina Quinteiro | 7 May 2021

A causa della pandemia da coronavirus molte abitudini sono cambiate. La maggior parte della popolazione mondiale è stata costretta a rimanere a casa per la quarentena e di conseguenza è aumentato il traffico sulle piattaforme digitali, che permettono di assistere serie tv e film per abbonamento.

Incremento delle piattaforme di intrattenimento

Secondo Strategy Analytics il terzo trimestre del 2020 si è concluso con 769,8 milioni di abbonati in tutto  il mondo, con più 28,3% rispetto al 2019 in cui erano 552,1 milioni. Secondo l’ansa è l’incremento più alto mai registrato rispetto alla media degli altri anni.

Netflix, Disney+ e Prime video

Al primo posto tra  queste piattaforme di intrattenimento c’è Netflix, che viene seguito da disney+ e prime video la piattaforma di Amazon. Netflix dal 17 marzo del 2020 infatti ha avuto un incremento del 332% di accesi, Prime Video ha avuto il 101% di download e il 266% di accessi della piattaforma e Disney Plus ha incrementato di 290% di accessi.

L’utilizzo di queste piattaforme è stato così intenso che l’Unione europea  è stata  costretta a chiedere alle piattaforme di abbassare la qualità dei video per evitare sovraccarichi della rete.