Libri alla radio: quando le letture diventano podcast
Il libro si racconta in radio, il nuovo progetto di Fondazione Media Literacy, porta le letture degli studenti on air.
Tommaso Di Pierro | 7 February 2024

È finalmente ai blocchi di partenza Il libro si racconta in radio, il nuovo progetto di Fondazione Media Literacy in rete con quindici scuole in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione e del Merito, Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali relative all’ambito tematico “promozione del libro e della lettura”. Il percorso prevede la realizzazione di corsi sulle attività di registrazione e produzione di podcast, al fine di fornire ai partecipanti le competenze di base per la narrazione di un libro in radio. I podcast prodotti da ciascuna scuola verranno mandati in onda sulle frequenze radiofoniche dell’ML Network, in cui studentesse e studenti racconteranno i libri letti, avranno modo di intervistare autori e critici, realizzeranno spot e jingle di promozione alla lettura e acquisiranno competenze transmediali che vanno dalla comunicazione radiofonica alla critica letteraria.

In occasione della presentazione ufficiale del progetto presso l’Istituto d'Istruzione Superiore Marconi di Piacenza abbiamo intervistato Ilaria Tiberio, docente di lettere con un passato da autrice televisiva.

Perché è importante un progetto come il libro si racconta in radio?

La lettura è un'esperienza fantastica. Ma non per tutti i ragazzi è così - è inutile nasconderlo -, come scuola dobbiamo aiutarli a conoscere il fascino e la bellezza della lettura e soprattutto della condivisione delle emozioni che si provano quando si legge.

Non è il primo progetto a tema podcast che intraprendete come istituto.

Il nostro progetto si chiama Il PodClass, lo trovate su Spotify e su tutte le piattaforme: per realizzare il nostro studio abbiamo usato dei fondi regionali, ma i primi anni facevamo tutto coi telefoni.

Dall'osservatorio privilegiato di insegnante di lettere:libri e adolescenti. Quali sono i gusti dei ragazzi?

Io incoraggio i ragazzi a leggere qualunque cosa: ad esempio, io adoro i fumetti e su questo mi trovo molto in linea con i ragazzi. Bisognerebbe un po' forse aggiornare le nostre bibliografie - parlo di nostre come insegnanti: su questo tema io consiglio sempre qualcunoconcuicorrere.org, un blog di un collega che pubblica recensioni dei libri scritte dai ragazzi, dando voce alle loro opinioni e ai loro punti di vista.