Rondo causa persa, Mario Giordano non lo querela
Redazione | 1 February 2024

Rondo da Sosa ha inserito la voce del conduttore nel suo novo pezzo “Face to face 2”

Serve a poco la scritta “Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale”, in sovrimpressione al clip di “Face to face 2”, perché appena svanisce si sente chiara e tonda la voce del conduttore di Fuori dal coro Mario Giordano mentre legge il testo di “Face to face”. Una trovata indubbiamente controversa, ma decisamente efficace.

Il brano è uscito da più di una settimana, ma è di ieri la puntata di Fuori dal coro nella quale Giordano ha riportato pubblicamente l’accaduto. Nel video condiviso dalla pagina dello stesso programma, Giordano racconta che infatti in una puntata passata, con finalità di denuncia e soprattutto preoccupato del cattivo esempio che Rondo sarebbe per i più giovani, aveva letto alcune barre di “Face to Face”, poi aggiunge “e questo genio di Rondodasosa che cosa ha fatto? Ha preso la mia voce quando leggevo questa canzone in studio e ne ha fatta una nuova canzone”. Il conduttore insomma sostiene che la sua voce sia stata usata in modo strumentale proprio per trasmettere gli stessi messaggi di violenza che aveva così tenacemente criticato.

Dopo aver mostrato l’inizio del clip durante la trasmissione, Giordano si rivolge direttamente al trapper “Caro Rondodasosa, io ti potrei anche fare causa, ma non è questa la causa che mi interessa, mi interessa la causa dei ragazzini”, concludendo: “sei uno dei tanti cattivissimi maestri di questa gioventù sempre più armata”. In tutta risposta, Rondo ha taggato Giordano su una storia Instagram con scritto “Ma questa è cultura Mario, non arrabbiarti. Sapevo saresti andato pazzo per Face to Face 2“. Andato pazzo forse no, ma dicerto Giordano è impazzito di rabbia quando l’ha scoperto.