Condannato a 60 anni di carcere, l’assassino di Nipsey Hussle
Redazione | 23 February 2023
E’ arrivato, infine, il verdetto per la condanna dell’assassino di Nipsey Hussle, 60 anni di carcere per uno dei suoi vecchi amici…




Eric R. Holder Jr. è stato condannato a 60 anni di carcere per l’omicidio del rapper Nipsey Hussle nel 2019.
Hussle e Holder sono entrambi cresciuti nel quartiere Crenshaw a Los Angeles, entrambi appassionati di musica e aspiranti rapper. Il processo di Holder è durato un mese e ha visto la testimonianza di un amico di Hussle e la lettere di scuse del padre di Holder alla comunità.



L’omicidio e gli altri capi d’accusa

Holder, 33enne, è stato condannato non solo per l’omicidio di Hussle, ma anche per diversi altri capi d’accusa: tentato omicidio volontario e due capi d’accusa di aggressione con arma da fuoco. La sentenza è stata emessa dal giudice della Corte Superiore H. Clay Jacke mercoledì 22 febbraio 2023.




L’impegno sociale di Nipsey Hussle

Il rapper era anche noto per il suo impegno per la giustizia sociale e la lotta contro la violenza armata, tema che aveva affrontato spesso nelle sue canzoni. La sua scomparsa ha provocato un’ondata di tristezza e indignazione tra i fan e i membri della comunità, che hanno organizzato numerose iniziative per onorare la sua memoria e continuare la sua opera.
In particolare, il Marathon Clothing Store di Hussle, sito nel cuore del quartiere Crenshaw, è diventato un luogo di pellegrinaggio per i fan e i sostenitori, diventando un simbolo della lotta per la giustizia sociale e la pace nelle comunità di colore. La morte di Hussle ha messo in evidenza la necessità di combattere la violenza armata e la disuguaglianza sociale, problemi che affliggono molte comunità in America e nel mondo intero.




Le prove schiaccianti

Holder è stato giudicato colpevole per omicidio di primo grado, poiché le prove contro di lui erano schiaccianti fin dall’inizio del processo. Testimoni oculari e telecamere di sorveglianza delle aziende locali avevano registrato la sparatoria e la fuga, consolidando ulteriormente gli indizi contro di lui. Nonostante ciò, l’avvocato difensore di Holder aveva tentato di ottenere una riduzione della pena da omicidio di primo grado a omicidio colposo o di secondo grado. Tuttavia, il giudice aveva respinto tale richiesta nel dicembre del 2022, confermando così la sentenza di omicidio di primo grado.


La sentenza di 60 anni di carcere per Holder rappresenta un atto di giustizia per la famiglia di Hussle e la comunità del quartiere, ma non può purtroppo riportare indietro le lancette. Nipsey Hussle è stato ucciso per invidia da uno dei suo migliori amici.