Certificazioni di lingua... latina! Come ci si appassiona a una lingua morta
Abbiamo intervistato i nostri compagni di scuola che hanno ottenuto un certificato di lingua latina
Rocco Soprano e Marta Tarizzo | 14 May 2021

Tre ragazzi del liceo linguistico Giuseppe Parini di Seregno hanno ricevuto una certificazione di livello A1/A2. Oggi sono sempre meno gli studenti appassionati per la lingua latina, che spesso, pensano sia ormai una lingua morta, che non si usa più, ma non per loro tre.

Ciao Alice, come hai scoperto la passione per il latino?

Ho scoperto la passione con il metodo che usiamo per studiare che ci coinvolge molto e ci stimola a comprendere cosa dice un testo in latino.

Hai dovuto affrontare dei corsi prima di ottenere la certificazione in latino?

Sì, abbiamo fatto delle lezioni con degli approfondimenti che spesso non coincidevano con il programma che stavamo seguendo o semplicemente degli esercizi in più per allenarci, che sicuramente mi hanno aiutato.

Secondo te, in futuro, ti aiuteranno questi due anni di latino e il certificato ottenuto?

Secondo me si, magari non me ne renderò conto subito, forse sarà qualcosa di più automatico; però sento di avere imparato molto e credo che me lo porterò dietro.

Ciao Giulio, perché hai deciso di partecipare alla certificazione di latino?

Abbiamo scelto di partecipare perché ci è parsa una buona occasione, ma soprattutto siamo stati spinti dalla nostra prof che ha voluto e ci ha tenuto che lo facessimo.

Ti sarebbe piaciuto continuare latino fino alla quinta?

Mi sarebbe piaciuto, ma allo stesso tempo è anche giusto provare altre materie. Lascerò la grammatica latina, ma per quanto sia bella è abbastanza impegnativa.

Cosa ti ha lasciato di importante questa esperienza?

Sicuramente la capacità e la possibilità di utilizzare la propria logica e la propria mente in una materia che sembrerebbe inutile, come se fosse un esercizio enigmistico.

Ciao Alessia, ovviamente possiamo dire che il latino è una lingua viva. Perché?

Perché lo si può parlare e si possono analizzare dei testi esattamente come nelle lingue moderne, infatti come in ogni lingua di adesso bisogna studiare vocaboli per poter parlare.

Partecipare a questo corso ti ha portato via molto tempo?

Non molto, più che altro esercitarsi tanto se si vuole essere sicuri di ottenere il certificato, dipende da persona a persona svolgere simulazioni e prove. Gli incontri organizzati erano pochi, quindi come ho detto prima il tempo varia a seconda dello studente che decide di partecipare al corso.

Consiglieresti anche ai tuoi coetanei di ottenere la certificazione di latino?

Nel mio caso non credo sia utile per il futuro perché non continuerò latino e non farò lettere all’università. Lo consiglierei ai ragazzi che fanno il classico o a quelli che vorranno fare la facoltà di lettere.